EMANUELE SALCE

Figlio dell'attore e regista Luciano Salce e di Diletta D'Andrea, si è diplomato in regia al Centro Sperimentale di Cinematografia nel 1991. Dopo alcune esperienze come regista di documentari per Videosapere ed il Dipartimento Scuola Educazione della Rai, è stato assistente alla regia di Dino Risi, Ettore Scola, Marco Risi, Livia Giampalmo e Pasquale Squitieri, apparendo occasionalmente come attore (Concorrenza sleale, Le barzellette).

Negli anni 2000 la sua attività, nel cinema (Colpo d'occhio, Il padre e lo straniero), in televisione e, soprattutto, in teatro si è intensificata, sia come interprete (La parola ai giurati, La baita degli spettri, Riccardo III, Il topo nel cortile) ed anche come autore: Mumble mumble, presentato per la prima volta al Teatro Cometa Off di Roma nel 2010, e poi replicato nelle stagioni successive con successo sempre crescente. Vi racconta, con i moduli del paradosso e del grottesco, la sua condizione di orfano di due padri artistici: Luciano Salce e Vittorio Gassman (con cui Emanuele ha vissuto dall'età di due anni, una volta che sua madre Diletta era divenuta compagna di vita di Gassman).

Nel 2009 ha raccontato la figura del padre Luciano in un documentario, L'uomo dalla bocca storta, che è stato presentato al IV Festival Internazionale del Film di Roma, al Biografilm di Bologna (2010), al Premio Sergio Amidei (2011) ed ha avuto la menzione speciale come miglior documentario sul cinema ai Nastri d'argento 2010. È socio del Mensa Italia dal 1987.

PIER GIORGIO BELLOCCHIO

 

Figlio del regista Marco Bellocchio e dell'attrice Gisella Burinato, respira aria di cinema fin dai suoi primi vagiti.
È ancora bambino quando il padre lo fa debuttare come attore accanto a sua madre e a lui ne Vacanze in Val Trebbia (1980), cui seguirà anche Salto nel vuoto (1980). Dal 1980 al 1997, si dedicherà agli studi come un comune ragazzo adolescente, salvo tornare a recitare nel cortometraggio paterno Elena (1997) e da lì in poi in altre pellicole, sempre diretto dal padre, come: La balia (1999) con Michele Placido, Fabrizio Bentivoglio e Valeria Bruni Tedeschi, Buongiorno, notte (2003), Sorelle (2006), Vincere (2009) e Sorelle Mai (2011).
Altre pellicole nelle quali ha avuto un ruolo, non necessariamente dirette da suo padre sono state Radio West (2003) e Melissa P. (2005), ma è mancata la sua partecipazione neanche a prodotti televisivi come Al di là delle frontiere (2004), miniserie diretta dal bravo Maurizio Zaccaro con Sabrina Ferilli e Johannes Brandrup e La figlia di Elisa - Ritorno a Rivombrosa (2007) di Stefano Alleva, con Paolo Seganti, Anna Safroncik, Alessandra Barzaghi e Giorgio Borghetti.
Ma Pier Giorgio Bellocchio non è solo un interprete, ma anche un produttore. In primis, si occupa dell'aspetto finanziario dei film paterni. Quindi, Il sogno della farfalla (1994) con Simona Cavallari, Roberto Herlitzka e Carla Cassola, poi Sogni infranti (1995), Il principe di Homburg (1997) e tanti altri. Poi si occupa della produzione televisiva, sostenendo fiction come Torino Boys (1997), L'appartamento (1997), L'albero dei destini sospesi (1997) e Di cielo in cielo (1997). È anche il produttore di H2Odio (2006) e Chi nasce tondo (2008) e di alcuni videoclip musicali fra cui "Non resisto" di Irene Grandi.
Una sola la sua esperienza dietro la macchina da presa, in veste di regista, il primo episodio del film corale DeGenerazione (1994) e che aveva riunito Antonio Antonelli, Asia Argento, Eleonora Fiorini, Alex Infascelli, i Manetti Bros., Andrea Muala, Andrea Prandstraller, Alberto Taraglio e Alessandro Valori sotto il segno del genere horror. Il suo corto è intitolato Arrivano i nostri ed è la storia di un produttore di film horror che viene seguito e giustiziato dagli alieni. Sempre di alieni si parla nel fantascientifico 6 giorni sulla Terra (2011), di Varo Venturi, dove Pier Giorgio interpreta il Tenente Bruni. Nel 2012 recita nel film del padre Bella addormentata, presentato alla 69esima Mostra del Cinema di Venezia e ispirato alla discussa vicenda di Eluana Englaro.

GIORGIO COLANGELI

 

Dopo essersi laureato in Fisica Nucleare comincia l'attività dell'attore nel 1974 interpretando spettacoli per le scuole, con la Compagnia del Teatro Didattico IL TORCHIO diretta da Aldo Giovannetti. Oltre a interpretare i ruoli principali delle numerose commedie di Giovannetti, che prevedono tutte la partecipazione del pubblico, si impose anche per la sua abilità di coinvolgere gli spettatori, anche adulti, nell'azione scenica. Uno dei suoi cavalli di battaglia era "Tappati le orecchie per non sentire...il freddo". Nel (1981) recita nello spettacolo "Voi noi e Campanile" su testi di "Achille Festa Campanile" con la compagnia "Il Cerchio di Gesso" di Roma. Tra i suoi lavori figurano i film Pasolini, un delitto italiano (1995), regia di Marco Tullio Giordana, e La cena (1998), regia di Ettore Scola, per cui vince il Nastro d'argento, come miglior attore non protagonista, la miniserie tv Questa è la mia terra (2006), diretta da Raffaele Mertes, e il film L'aria salata (2006), regia di Alessandro Angelini, per cui vince il David di Donatello 2007, come miglior attore non protagonista.

Nel 2007 interpreta il ruolo del boss Vincenzo Neri nella serie televisiva di Canale 5 Distretto di polizia 7, con Massimo Dapporto, regia di Alessandro Capone e Davide Dapporto, prende parte alle miniserie tv di Rai 1 Rino Gaetano - Ma il cielo è sempre più blu, regia di Marco Turco, con Claudio Santamaria, e Liberi di giocare, con Pierfrancesco Favino, regia di Francesco Miccichè. Nel 2008 ha preso parte alla serie televisiva I liceali, mentre al cinema ha interpretato Salvo Lima nel film Il divo di Paolo Sorrentino.

Nel 2009 prende parte a vari film: il drammatico Marpiccolo di Alessandro Di Robilant, il thriller La doppia ora, la commedia drammatica Ce n'è per tutti e l'intenso Alza la testa con Sergio Castellitto. L'anno successivo recita nel film La nostra vita per la regia di Daniele Luchetti, ne La banda dei Babbi Natale di Paolo Genovese e ancora ne La donna della mia vita, al fianco, tra gli altri, di Stefania Sandrelli. Nel 2012 è nel cast di Romanzo di una strage sotto la guida esperta di Marco Tullio Giordana.

Nel 2014 prende parte alla miniserie televisiva Non è mai troppo tardi interpretando il direttore del carcere minorile dove insegnò l'allora giovane maestro Alberto Manzi e appare anche nella fiction della Rai Braccialetti rossi. Nel 2015 è coprotagonista assieme ad Alessandro Haber del cortometraggio Il profumo delle stelle, scritto e diretto da Francesco Felli Nel 2016 è uno dei protagonisti della fiction di Rai 1 "Tutto può succedere ", con Licia Maglietta e Pietro Sermonti.

FILIPPO GILI

 

Flippo Gili, attore, regista e drammaturgo, si è Diplomato come attore presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” di Roma. Ha recitato in diverse messe in scena di Luca Ronconi. Ha diretto i lungometraggi Casa di Bambola, Prima di andar via, L’ultimo raggio di luce, e, in fase di montaggio, Il gabbiano. Ha firmato le recenti regie di Porte chiuse da Sartre, Spettri da Ibsen, Oreste da Euripide, scritto a quattro mani con Marco Bellocchio. Tre sorelle E Zio Vanja di Cechov e Amleto, con Daniele Pecci. Una nuova versione del suo Prima di andar via è stata girata, ed è ancora  in fase di realizzazione, da Michele Placido. La sua Trilogia di Mezzanotte è stata uno dei più grandi successi teatrali delle ultime stagioni

ANNALISA CUCCHIARA

 

Formazione Professionale: Scuola "Teatro Musical" diretta dagli insegnanti del T. Stabile di Catania (1984-85) Seminario con S. Strasberg al Teatro Tor di Nona di Roma (1992) Secondo seminario con S.Strasberg al Teatro Tor di Nona di Roma (1993)
Canto Lirico e leggero : Annette Meriweather 
Attrice e cantante, esordisce nel 1985 con "Pipino il Breve" con la regia di G. Di Martino per il Teatro Stabile di Catania.
Partecipa a numerose produzioni nazionali, tra i quali "Stracci" con la regia di F. Crivelli per il Teatro Stabile di Catania, "I Sogni nel Baule" di T. Cucchiara con Anna Mazzamauro, "Caino e Abele" di T. Cucchiara, “La Baronessa di Carini" di T. Cucchiara, "Che disastro sono una figlia d’arte" di A. e T. Cucchiara , "Don Chisciotto di Girgenti" di T. Cucchiara con la regia di A. Pugliese e con L. Buzzanca, "My Fair Lady" al Teatro Sistina con la regia di S.Massimini nel ruolo di Elisa Doolittle, "Dracula" di Armando Pugliese e Massimo Franciosa con la regia Armando Pugliese e le musiche di Antonio Sinagra, "Doktor Frankestein Junior" di G. Alloisio e G. Gleijeses con la regia di A. Pugliese e con le musiche di E. Finardi e I. Fossati, "Blood Brothers" di Willy Russel con la regia di V. Molinari, "Suite di compleanno" di R. Hawdon con la regia di C. Insegno, "L’altra Cenerentola" di G. e T. Cucchiara con la regia di T. Cucchiara, "No, no Nanette" di V. Youmans con la regia di M. Foschini, "Al Cavallino Bianco" coreografie e regia Don Lurio al Salone Margherita, "La Maschera Nuda" di R. Leoncavallo produzione del teatro Metropolitan di Catania, "Hello Dolly!" produzione Compagnia della Rancia con Loretta Goggi e Paolo Ferrari nel ruolo di Irene Molloy, "Si Chiamava Gesù" di E. Puglia con musiche di Fabrizio De Andrè "Non era la quinta, era la nona" di Aldo Nicolaj, “Troglostory” di T. e G. Cucchiara.
Insegna per due anni Canto e Recitazione alla Lachance Ballet Academy. Da Ottobre 2015 dirige, insieme ad Enrico Sortino e Matteo Montalto, l'Accademia Internazionale di Musical - Sede di Roma.

GIANCARLO NICOLETTI

 

Attore, regista, drammaturgo, cantante, performer e critico teatrale, fin dall’adolescenza si avvicina al mondo del teatro, con diversi laboratori e workshop. Giovanissimo è uno dei protagonisti in “Elettra”, per la regia di Emma Dante, e interpreta Ferete e Apollo in “Alcesti“ per la regia di Roberto Burgio al Teatro Greco di Tindari.

Dopo aver conseguito il Diploma in Musical Theatre presso la Musical Theatre Academy, si è perfezionato alle Musical Masterclass con i docenti di Stage Entertainment Germania e in seguito come attore presso la Scuola Teatro Azione di Roma sotto la direzione di Cristiano Censi e Isabella Del Bianco; per la prosa, è stato allievo di Filippo Gili, Guglielmo Ferro, Paolo Zuccari, Marco Blanchi. Selezionato con altri 5 registi emergenti italiani, nel 2015 prende parte a “Tradizione – il Teatro di domani”, sotto l’egida dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico”, dove è allievo di Gabriele Lavia, Dacia Maraini, Michele Monetta, Roberto Herlitzka e altri maestri del teatro italiano. Ha partecipato a stage di formazione con i più importanti artisti della scena italiana e internazionale, e con i cast originali di “Chicago“, “Guys and dolls“ e “The Lion King“ presso i Pineapple Studios di Londra. 

Ha curato la regia di oltre 20 produzioni per il teatro di prosa e musicale, figurando spesso anche come attore, fra cui “#salvobuonfine” (Selezione Premio “Dante Cappelletti” – Finalista “Nuovo Premio Premio Traiano”), “Festa della Repubblica” (Finalista “Stazioni d’Emergenza – Galleria Toledo” - Finalista “Premio Millelire”), “Kensington Gardens”, “Ultima Mossa – Chess il Musical” (Tour nazionale), “Jesus Christ Superstar”, “Così fan tutti” (Finalista Premio “Confronti Creativi”), “Il Fantasma dell’Opera” e “Nine”, di cui è stato anche fra gli attori protagonisti. “#salvobuonfine”, “Festa della Repubblica” e “Kensington Gardens”, compongono la “Trilogia del contemporaneo”, di cui è anche autore; con il primo testo vince, nel 2015, il Premio Nazionale alla Drammaturgia “DO.IT Drammaturgie oltre il Teatro” ed il Premio Speciale di Drammaturgia “CTAS – Oltreparola”; la trilogia è stata inoltre pubblicata nella collana “Le Nebulose - Teatro”. Dal 2010 al 2013 ha collaborato come critico musical – teatrale per le riviste a tiratura nazionale “L’opera” e “Musical!”, recensendo numerosi spettacoli e intervistando alcune fra le personalità più importanti dello show business internazionale. 

E’ stato diretto in teatro, fra gli altri, da Federico Magnano San Lio, Giuseppe Dipasquale, Roberto Burgio, Emma Dante, Guglielmo Ferro, Gisella Calì e ha duettato con Barbara Cola in occasione delle celebrazioni per la società “Dante Alighieri” a Bologna. Fra le produzioni a cui ha preso parte: “Company”, “Grease”, “Jesus Christ Superstar”, “Les Folies”, “Elisabeth”, “Musical…che magia”, “Moulin Rouge“, “Aggiungi un posto a tavola“, “My fair lady”, “Robin Hood - Il principe di Locksley“. E’ stato protagonista e autore del cortometraggio “Il coltello dalla parte del manico”, premiato al Movie Festival di Sanremo e più volte trasmesso in RAI e protagonista nel teatro di prosa, fra gli altri, de “La bella addormentata” e “Il ratto di Proserpina” di Rosso di S. Secondo, “Così è (se vi pare)” di L.Pirandello e di “Tasto bianco, tasto nero”. Per Sky Cinema, attore nel film “La gelosia” e nella serie “L’incastrato”.

LUCA NOTARI

 

Cantante attore dalla vocalità versatile, da 19 anni vanta collaborazioni con alcuni tra i più importanti protagonisti della scena italiana. Debutta all’età di 20 anni diretto da Gigi Proietti nello spettacolo MELODICA con Donatella Pandimiglio.
Seguono due grandi produzioni con Massimo Ranieri dirette da Giuseppe Patroni Griffi, HOLLYWOOD ritratto di un divo di Gianni Togni e Guido Morra e IL GRANDE CAMPIONE di Maurizio Fabrizio e Guido Morra.
Nel 2001 è uno dei protagonisti del musical SALVATORE GIULIANO di Dino Scuderi con Giampiero Ingrassia e Tosca nel ruolo di Michele per la regia di Armando Pugliese. 
È Sir John of Eggs nell’opera buffa IL MOSTARDIERE DEL PAPA di Alfred Jarry, regia di Mario Moretti.
È l’apostolo Andrea in CORPUS CHRISTI di Terence Mc Nally per la regia di Enrico Maria Lamanna.
Romeo nella dance opera di Renato Greco ROMEO E GIULIETTA con Giuseppe Pambieri.
Viene diretto da Giancarlo Sepe in FAVOLE di OSCAR WILDE. Dal 2002 al 2005 è nella Compagnia dei Ragazzi del Teatro Eliseo di Roma. Nelle stagioni teatrali 2004-2005 è Ulisse nella dance opera ODYSSEUS di Renato Greco con le musiche di Dino Scuderi debuttando in prima mondiale all’interno dell’Anfiteatro Flavio il Colosseo. 
Nelle stagioni teatrali 2006-2007 e 2007-2008 è Pietro nella versione italiana del musical JESUS CHRIST SUPERSTAR di A.L.Webber e T.Rice per la regia di Fabrizio Angelini, prodotto dalla Compagnia della Rancia. 
Maggio 2007 è ancora una volta Ulisse nel tour in Egitto della dance opera ODYSSEUS, Teatro dell’Opera di El Cairo e di Alessandria d’Egitto.
Nelle stagioni 2008-2009-2010-2011 c’è l’incontro con Tony Cucchiara di cui interpreta i seguenti spettacoli: è Marante di Magonza in PIPINO IL BREVE prodotto dal Teatro Stabile di Catania, regia di Giuseppe Di Martino ripresa poi da Giuseppe Dipasquale con Tuccio Musumeci, Pippo Pattavina e Anna Malvica. Ludovico Vernagallo coprotagonista ne LA BARONESSA DI CARINI con Annalisa Cucchiara per la regia di Angelo Tosto. Sempre con la regia di Angelo Tosto è Tanu nel musical TROGLOSTORY di Tony e Gianluca Cucchiara, e infine Caino in CAINO E ABELE.
Nel 2011-2012 torna a coprire i panni di Michele nel musical SALVATORE GIULIANO di Dino Scuderi con Giampiero Ingrassia e Barbara Cola. 
Sempre nel 2011 viene prodotto dal batterista nonchè direttore musicale di Whitney Houston, Michael Baker in un progetto discografico che vede la collaborazione di alcuni tra i più quotati musicisti del panorama internazionale. 
E’ Luigi Tenco nel 4 volte premiato MIGLIOR SPETTACOLO del 2012/2013 e 2013/2014 CIAO AMORE CIAO Tenco e Dalida tra musica e amore, con Stefania Fratepietro. Spettacolo che nasce da una propria idea, scritto e diretto da Piero Di Blasio, di cui è anche produttore per MediterrArea. Nel 2012 - 2013 è il protagonista Roger della versione in napoletano del musical RENT per la regia di Enrico Maria Lamanna. 
Interpreta i ruoli del Sarto di Corte e dell’Allievo di Musica ne IL BORGHESE GENTILUOMO con Massimo Venturilello e Tosca.
Dal 2002 al 2008 è stato uno dei volti dello spot della Nutella Ferrero sponsor ufficiale della nazionle italiana di calico per la regia di Alessadro D’Alatri. Escono in edicola due DVD di cui è protagonista LA BARONESSA DI CARINI e CAINO E ABELE di Tony Cucchiara. Sempre per la tv è il narratore-vagabondo dello speciale per Rai2 FRATE ASINO di Pasquale Panella con musiche di Dino Scuderi.
Fa parte del cast della serie IL MARESCIALLO ROCCA 5 con Gigi Proietti e la regia di Giorgio Capitani e Fabio Jephcott. 
2012 esce il suo primo Ep UN MONDO IN CUI CREDERE prodotto da Giancarlo Lucariello per Classica Oggi con musiche di Maurizio Fabrizio, disponibile su iTunes.
Insegna canto nell’Accademia di Teatro e Musical diretta da Giampiero Ingrassia. 
Un programma rediofonico su RTR fm99 dedicato al suo progetto discografico UN MONDO IN CUI CREDERE dal 31 maggio 2014 dove Luca si esibisce ogni sabato in diretta con concerti live in cui omaggia la grande canzone italiana e i grandi interpreti.

STEFANIA FRATEPIETRO

 

Studia canto, danza e recitazione con i più quotati insegnanti in Italia e a Londra. Il suo primo musical è Say Way di M. Bellucci, ma il vero debutto è nel 1999 in Grease con L. Cuccarini e G. Ingrassia. Sempre sotto la direzione di Saverio Marconi dal 1999 al 2002 è Ermengarda in Hello Dolly con L. Goggi e P. Ferrari. Nel '02/'03 è con G. Guidi e M. Baccarini in Promesse Promesse regia J. Dorelli. Dal '03 al '05 è la protagonista femminile (Serena Kats) del musical Fame-Saranno Famosi prod. Artistica regia Perego-Saccomandi, con cui nel 2004 vince l'ambito premio IMTA (Italia Musical Theatre Awards) come migliore protagonista femminile.

Sempre nel '04 è la protagonista di Tutte le donne di Bob di R. Padovano. Nel '05 è la cantante del Centrale-Risto-Theatre in Roma. Nel '06 è Francesca in Paolo e Francesca di R.Avallone, ancora nel '06 dà la voce a Pinky e Pandora in Geronimo Stilton Super Show prod Promnibus regia Gino Landi. Sempre con Landi è Mercedes ne Il Conte di Montecristo di R.Steiner e F. Marchetti. Nella stagione '06/'07 è in tournée con Gastone con M. Venturiello e Tosca. Tra il 2007 e il 2011 è Beatrice ne La Divina Commedia di M. Frisina. 2008 riceve i premi Sogni di Provincia (Savona) e Premio Dei Leoni (città di Albenga e UCAI). Tra il '07 e il '11 è Penelope nel Odysseus di Dino Scuderi e Renato Greco, Rosetta nel Rugantino di G. Landi e R. Greco e nel cast de Il Principe della Gioventù di Riz Ortolani regia Pier Luigi Pizzi.

Dal '09 al '11 è Jennyanydots in Cats della Compagnia della Rancia regia di S. Marconi e D.Ezralow e sempre nel 2011 è la protagonista del musical The Mission musiche Ennio ed Andrea Morricone regia S. Genovese prod. Celestini/Del Rio che ha debuttato in Febbraio 2011 a Seoul. Nel 2011 è Floria Tosca nella versione teatrale de La Tosca di Luigi Magni produzione Teatro Greco regia L. Magni. Nel 2011-2012 Salvatore Giuliano musical di D. Scuderi con G. Ingrassia e B. Cola. Nel 2012 è Lady Mac Duff nel Macbeth di M. Petronio al Teatro Sistina di Roma. Sempre nell'estate del 2012 è Giunone nell'opera"Roma i Gemelli Leggendari"di S.Martino e E.Sebastiano regia M.Simeoli prod G.Salzano. Poi ancora "La colpa è dei grandi?" con la regia M. Mandolini , "E non finisce mica il cielo" di G. Vergoni per la regia di F. Angelini , "Angeli" di P. Lombardo e R. Pandolfi, “Il cappello di paglia di Firenze” per la regia di S.Querci, “Ultima Mossa – Chess il Musical” per la regia di G. Nicoletti.

Dal 2011 ad oggi - per MediterrArea - è produttrice e interprete insieme a Luca Notari di Ciao Amore Ciao Tenco e Dalidà tra musica e amore, spettacolo nato da una loro idea e scritto e diretto da Piero Di Blasio, vincitore del Musical Award come Miglior Spettacolo OFF di questa stagione.

UFFICI TEATRALI

 

Uffici Teatrali nasce nel 2013 dall’incontro di un gruppo di attori e registi che decidono di unirsi nell’ottica di un confronto sistematico e di un percorso artistico comune. Uffici Teatrali si fonda sull’idea di puntare a una realizzazione costante, mai stanca, non di un singolo spettacolo, ma di un corpo scenico e poetico più ampio. Sono ‘uffici’ tesi a rompere sistemicamente il diaframma che separa pubblico e scena, testo e ascolto, palcoscenico e platea; che cercano di rimescolare in apparati di rappresentazioni centrali i grandi classici del teatro; che tendono a privilegiare i titoli, o la nuova drammaturgia tragica; che vogliono catapultare questo in un ‘circuito’ di attori e spettatori, di fatti e visioni, tutti partecipi dell’atto; e che, senza svendere Eschilo, Cechov e Shakespeare ad una gretta semplificazione realista, ma abolendo l’innaturale diaframma che porti lontano, troppo lontano una voce, hanno stretto il patto di osare una dicibilità ‘teatrale’. Puntare al vivo: in una idea di teatro in cui la scenografia, sorta di moderna skenè articolata in frammenti di attrezzeria funzionali alla credibilità di un dramma antico e alla credibilità di un dramma moderno, non cambi. ‘Ufficio’: come ispirazione e dovere. Dovere dell’esegesi, e ispirazione espressiva. Arrivando al cuore vivo delle relazioni, non badando a una impossibile verità, ma ad una possibilissima Vita.

Il percorso di Uffici Teatrali ha già dato vita a diversi progetti come Il sistema Cechov: Tre sorelle e Gabbiano, Amleto, Antigone, Angeli per la regia di Filippo Gili e la Trilogia di Mezzanotte (Prima di andar via - Dall’alto di una fredda torre - L’ora accanto) e il Misantropo per la regia di Francesco Frangipane.

PLANET ARTS COLLETTIVO TEATRALE

 

Planet Arts è un Collettivo indipendente di Teatro Contemporaneo, orientato alla drammaturgia inedita e alla sperimentazione e ricerca in campo performativo e registico. Nato nel 2012, la prima fase della produzione si rivolge al desiderio di riadattare opere del repertorio internazionale del Musical, declinandole in una chiave meno commerciale, e più vicina alle tematiche e al farsi del teatro contemporaneo. 

Dal 2014 la fase di ricerca di Planet Arts si rivolge esclusivamente alla prosa contemporanea; la compagnia è stata finalista con “Così fan tutti” (liberamente tratto da Closer di Patrick Marber) al Festival “Confronti Creativi 2014”, dove ha vinto il Premio della Critica, e al “Premio Millelire – Un corto per il Teatro”, con il corto teatrale inedito “Festa della Repubblica”, dove l’interprete protagonista ha ottenuto la menzione come Miglior Attrice. "Festa della Repubblica" è in seguito divenuto un Cortocircuito Teatrale, e ha debuttato al Teatro Trastevere di Roma, per poi approdare al Teatro Brancaccino; lo stesso spettacolo è finalista alla Teatro Stabile d'Innovazione Galleria Toledo di Napoli per il contest di Teatro d'Avanguardia "Stazioni d'Emergenza - Atto VII", ed è attualmente in tour nazionale per la stagione 2015/16. 

Il Collettivo ha partecipato alla rassegna “Noir” del Teatro Sala Uno di Roma con “Il Panico”, del drammaturgo argentino Rafael Spregelburd. Nel Novembre 2015 ha debuttato al Teatro Brancaccino di Roma l'inedito “#salvobuonfine ”, Selezione Premio “Dante Cappelletti – Tuttoteatro.com”, Premio Speciale Drammaturgia "Oltreparola 2015", Vincitore del Premio Nazionale di Drammaturgia “DO.IT Drammaturgie oltre il teatro” e Finalista "Nuovo Premio Teatro Traiano", sui temi dell’omofobia, della modernità e dei sensi di colpa. A Marzo 2016 debutta a Roma, con grande successo di pubblico e critica, "Kensington Gardens", che, insieme a "#salvobuonfine" e "Festa della Repubblica", completa la Trilogia del Contemporaneo, un sistema drammaturgico - registico sui temi portanti del postmoderno e della contemporaneità, i cui testi sono stati pubblicati nell'omonimo volume, per la collana "Le Nebulose - Teatro" di ChiPiùNeArt Edizioni.

Nel biennio 2012/2014, Planet Arts porta in scena gli allestimenti, molto sperimentali, di “Jesus Christ Superstar” di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice, di “Nine” (tratto da “Otto e mezzo” di Fellini) e di “Polvere di Musical”, spettacolo contenitore per il grande pubblico. Nel 2013/14 Planet Arts produce il tour nazionale di “Ultima Mossa – Chess il Musical”, prima edizione italiana di un Musical inglese (con libretto di Tim Rice), di inusuale forza tematica per uno spettacolo musicale, che affronta i temi della guerra fredda, raccontati attraverso una storia d’amore tra un campione di scacchi russo e una ungherese naturalizzata americana. Lo spettacolo ha avuto un tour nazionale, concluso con il debutto romano presso il Teatro Ambra alla Garbatella nel cartellone 2014, con la partecipazione speciale di numerosi professionisti del teatro musicale italiano. La Direzione Artistica del Collettivo è affidata, dal 2012, a Giancarlo Nicoletti, regista di tutte le produzioni e autore dei lavori inediti della compagnia.

 

AWARDS & RECOGNITIONS 

Selezione Premio "Dante Cappelletti - Tuttoteatro.com" XI Edizione

Premio Nazionale alla Drammaturgia Contemporanea "DO.IT"

Finalista "Stazioni d'Emergenza - Atto VII" TS di Innovazione Galleria Toledo

Premio Speciale Drammaturgia "Oltreparola 2015" XI Edizione

Finalista "Nuovo Premio Teatro Traiano" IV Edizione

Finalista Premio "Confronti Creativi 2014" III Edizione

Premio "Lorenzo De Feo" : Miglior Attrice a Valentina Perrella 

Finalista Premio Millelire "Lorenzo De Feo" II Edizione

FRANCESCO MONTANARI

 

Nasce a Roma il 4 ottobre del 1984. Diplomato presso l'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica Silvio D'Amico, Francesco Montanari partecipa al saggio di diploma dell'allievo regista Jacopo Bezzi, I bambini di sale, ed è successivamente diventato famoso per la sua partecipazione, nel ruolo del "Libanese", in Romanzo criminale - La serieserie tv ispirata alla vera storia della banda della Magliana.

Nel 2009 è nel film Oggi sposi, regia di Luca Lucini.

Ha inoltre partecipato, al fianco di Benedicta Boccoli e Sebastiano Somma, allo spettacolo teatrale Sunshine, per la regia di Giorgio Albertazzi e, insieme a Riccardo De Filippis, a Il Calapranzi di Harold Pinter, per la regia di Giorgio Caputo.

Nel 2010 è protagonista dello spettacolo Killer Joe, di Tracy Letts, con la regia di Massimiliano Farau, al fianco di Alessandro Marverti, Chiara Claudi, Andrea Ricciardi e Patrizia Ciabatta. Interpreta il sicario Killer Joe. Nello stesso anno recita da protagonista anche in Piccoli equivoci, per la regia di Claudio Bigagli, insieme a Mauro MeconiDiane Fleri. Ancora protagonista, assieme a Vanessa Hessler, del film: Sotto il vestito niente - L'ultima sfilata di Carlo Vanzina.

Nel 2012 interpreta la parte di un senza tetto nel videoclip di Luciano Ligabue M'abituerò, diretto e prodotto da Marco Salom.

Nello stesso anno è il protagonista del cortometraggio di Francesco Felli L'ultimo giro di valzer, assieme a Serena Autieri, nel quale interpreta il difficile ruolo di un malato di SLA

Nel 2013 compare in Squadra antimafia interpretando Achille Ferro, spietato mafioso catanese.

Valerio Binasco lo sceglie per interpretare Romeo in Romeo e Giulietta prendendo il testimone di Riccardo Scamarcio.

Sempre nel 2013 interpreta nel film ''Come non detto'' la parte di Giacomo/Lola, straordinaria Drag Queen per la regia di Ivan Silvestrini.

Massimo Bonetti lo sceglie per la sua opera prima ''La settima onda'' come protagonista a fianco di Valeria Solarino ed Alessandro Haber in uscita prossimamente

Nel 2014 è in scena con Parole Incatenate insieme a Claudia Pandolfi per la regia di Luciano Melchionna.

Nel 2015 interpreta Giovanni, figlio di genitori ignoti, nello spettacolo teatrale Il più bel secolo della mia vita, recitando al fianco di Giorgio Colangeli. Sempre nel 2015 è stato ospite alla festa de Il fatto quotidiano, per interpretare Massimo Carminati nelle intercettazioni di mafia capitale.

In preparazione il testo inedito di Fortunato Cerlino presentato al festival del teatro di Napoli a fine giugno 2015.

Nel 2016 conduce assieme ad Alessandro Bardani una trasmissione radiofonica di nome Happy Hour su Radio 2.