PRODUZIONI | COMEDY

DAVIDE AVOLIO E GENNARO MADERA

Biografia

Davide Avolio ha pubblicato Sui propri passi, Costellazioni e La Mano (tradotto e pubblicato in Brasile con Skull Editoria), di cui gli ultimi due libri rimasti per più di 18 mesi in testa alle classifiche dei bestseller di poesia italiana su Amazon. È stato inoltre co-sceneggiatore dello spettacolo teatrale La Panchina. È scrittore, divulgatore e creator e gira l’Italia come ospite di scuole, locali e fondazioni.
Con La Genovese ha cominciato a girare l’italia con diverse repliche, promuovendo la poesia performativa.

Gennaro Madera ha pubblicato Come le onde del mare, Crescere e Hai vent’anni, quest’ultimo rimasto in vetta ai bestseller di poesia italiana su Amazon per più di 18 mesi. È scrittore, performer, consulente editoriale e insegnante. Gira l’Italia partecipando a poetry slam in tutta la penisola. È organizzatore e conduttore di eventi culturali con l’associazione PoeMARE.
Con La Genovese ha cominciato a girare l’italia con diverse repliche, promuovendo la poesia performativa.

Monologhi

foto-produzione-la-genovese-madera-avolio-altrascena-sito-web

La genovese

“La Genovese” è un viaggio poetico che esplora l’attesa in tutte le sue sfaccettature: dall’infanzia (l’attesa del diventare grandi) alle attese quotidiane più comuni, come un viaggio in autobus e l’attesa della cottura di un sugo che ci mette una intera notte; approfondendo anche quelle più profonde e significative della vita, come quella per l’amore “vero” o l’attesa di un ritorno nella terra che ci ha cresciuti e che è l’unica che possiamo davvero chiamare casa. Attraverso le poesie performative originali di Davide Avolio e Gennaro Madera e letture interpretate, lo spettacolo offre al pubblico l’opportunità di immergersi in una dimensione leggera, nostalgica ma anche profonda, ironica e intimista, catturando l’essenza di momenti di attesa che plasmano la nostra esistenza, riservando anche spazio alla divulgazione letteraria, con lettura di estratti di poeti quali Ungaretti, Neruda e Baudelaire e all’improvvisazione con il pubblico, che viene coinvolto per la creazione di alcune performance.